Attività sociali

Attività sociali

ATTIVITA' SOCIALI PROMOSSE DALL’ASSOCIAZIONE ANDI

Perché sostenere noi?

La missione dell’associazione Andi è quella di contribuire a migliorare la salute dei pazienti nel mondo. Al fine di raggiungere questo obiettivo, l’associazione italiana sostiene molti progetti umanitari. Alcuni di questi sono rivolti verso paesi sotto sviluppati in cui l’assistenza medica è carentandi1e.
L’associazione dei dentisti italiana però non limita la sua attenzione ai paesi più poveri, ma si prende cura anche di situazioni disagiate intorno a sé. È così infatti che l’associazione svolge attività rivolte a comuni italiani. Ogni cittadino può contribuire a questa missione donando il 5X1000 alla Fondazione ANDI (codice 08571151003).
Fondazione ANDI ritiene che sia importante accrescere la consapevolezza della salute orale e della prevenzione delle patologie della bocca tra i più piccoli, i migranti, i carcerati.

Assistenza odontoiatrica gratuita agli sfollati del terremoto
È attivo da venerdì 23 settembre 2016, presso il PASS (Posto di Assistenza Socio Sanitaria) di Amatrice, il punto di assistenza odontoiatrica volontaria allestito e presidiato da Fondazione ANDI in favore degli sfollati del terremoto. Si tratta di un’unità mobile attrezzata, un’odonto-ambulanza.
Sull’autoambulanza lavorano a due a due i soci dentisti ANDI e vengono eseguite principalmente terapie di conservativa, estrazioni, piccola chirurgia e protesica mobile.

Intervento sanitario nei paesi sottosviluppati
andi2Guatemala, Ladakh, Kazakistan e Madagascar. In questi Paesi, grazie ai tanti soci volontari, Fondazione ANDI è presente con programmi di intervento sanitario medico-odontoiatrico rivolti alle popolazioni locali. La Fondazione vuole impegnarsi sempre più nella cooperazione internazionale e vuole porre le missioni di volontariato internazionale al centro del proprio raggio d’azione. Nei paesi in via di sviluppo, dove l’assistenza medica e odontoiatrica è spesso inesistente, i dentisti volontari ANDI operano secondo principi di professionalità e umanità al servizio delle persone più bisognose, attuando per loro cure adeguate in regime di volontarietà e vere e proprie campagne di sensibilizzazione sulle corrette pratiche di igiene orale e generale che sono alla base di una buona salute della bocca e non solo.

Progetto di assistenza odontoiatrica ai Migranti
andi3L’11 ottobre 2012 è stato siglato un protocollo d’intesa fra Fondazione ANDI e A.C.S.E., l’Associazione Comboniana Servizio Emigranti e profughi, per un’azione congiunta volta ad alleviare le sofferenze legate a problemi odontoiatrici di chi si rivolge alla struttura. In un ambulatorio a Roma vengono curate gratuitamente migliaia di persone di ben 82 nazionalità diverse. Si tratta di pazienti inviati dai centri di espulsione e identificazione (CIE), richiedenti asilo,minori stranieri non accompagnati, persone senza permesso di soggiorno né accesso al servizio sanitario nazionale, ultimamente anche molti italiani in difficoltà.

EMERGENCY
Il 25 marzo 2015, Fondazione ANDI ha siglato un protocollo d’intesa con Emergency, una tra le più importanti Organizzazioni Non Governative italiane, cheda più di vent’anni, offre cure medico-chirurgiche gratuite e di alta qualità alle vittime di guerra, delle mine antiuomo e, in genere, a chi vive in uno stato di estrema povertà, anche in Italia.

L’impegno di Fondazione ANDI per le malattie rare
andi4Ogni anno, il 28 o il 29 Febbraio, la fondazione Andi prende parte alla Giornata Mondiale delle Malattie Rare sostenendo i pazienti affetti da Displasia Ectodermica e le loro famiglie. La Displasia è una sola delle 6.000 patologie rare ma sicuramente è quella con le maggiori conseguenze in ambito odontostomatologico e che ancora oggi richiede cure prolungate e complesse a causa della parziale o totale assenza di elementi dentari sin dalla nascita. Molte le speranze affidate al trattamento farmacologico con EDI2000, la cui sperimentazione è possibile ora anche in Italia, ma la strada da percorrere è ancora lunga.

Opera San Francesco
andi5A Milano, nella struttura di via Antonello da Messina, dove trovano accoglienza primaria gratuita le persone indigenti e bisognose di vitto, abiti, igiene e cure mediche, grazie al contributo della Fondazione ANDI vengono garantite anche le cure odontoiatriche. L’aggravarsi della crisi economica, oltre ad accrescere il numero dei nuovi poveri, ha fatto lievitare anche le richieste di cure odontoiatriche tanto che la struttura vive una vera e propria emergenza quotidiana. Una situazione preoccupante a cui i tanti volontari di Fondazione che hanno risposto positivamente all’appello stanno cercando di porre rimedio.

No Comments

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.